martedì , 4 Agosto 2020
Home / Sicurezza informatica / Password / Scoprire una password

Scoprire una password

Le password ci aiutano a proteggere dati personali e file sensibili dagli sguardi indiscreti ma spesso sfuggono al nostro controllo e finiscono per impedire l’accesso a noi stessi. Salvare la password tramite appositi siti o conservarla nel luogo giusto sono sempre le soluzioni migliori per evitare di doverla violare ma spesso ci si pensa solo quando è troppo tardi. In questo caso esistono vari metodi che permettono di tornare in possesso dei preziosi file protetti che però funzionano solo a determinate condizioni. Violare la password di un sito internet o database online è pressoché impossibile a causa dei numerosi sistemi di sicurezza che bloccano i tentativi di accesso sospetti e i programmi per il recupero password. Se quella perduta è di nostra proprietà è sufficiente, in questo caso, contattare il servizio assistenza del sito in questione. Violare password online di altre persone richiede conoscenze informatiche molto avanzate e spesso non rispetta la legge. Per violare la password di accesso ad un dispositivo è necessario invece rivolgersi ad un tecnico per evitare di danneggiare file che ne garantiscono il funzionamento. In realtà esistono programmi da inserire in chiavetta che permetto perlomeno il recupero di tutti i file presenti sul computer ma sono tutti a pagamento e possono incontrare delle difficoltà con le ultime versioni di Windows.

Nel caso la password da recuperare sia offline, interna al dispositivo, la questione diventa alla portata di tutti grazie all’ausilio di semplici programmi specifici. Anzitutto è necessario scegliere il metodo di ricerca della password sulla base delle informazioni che abbiamo o ricordiamo di essa. Se ricordiamo che questa corrisponde ad una parola esistono programmi di attacco a dizionario, ovvero sistemi automatici che tentano ogni parola presente nel vocabolario della lingua scelta. Nel caso di password personali invece esistono sistemi ibridi che richiedono l’inserimento di alcuni dati personali come data di nascita e nome. Intersecando queste informazioni creano combinazioni plausibili formate da lettere e numeri. Se infine manca qualsiasi tipo di informazione, non resta altro metodo se non la forza bruta o metodo brute-force. Questo non fa altro che provare qualsiasi chiave di accesso possibile e teoricamente garantisce un risultato positivo. Purtroppo per applicarlo velocemente è necessario un PC con buone prestazioni e spesso richiede ugualmente tempi molto lunghi, a seconda della lunghezza della password.

I programmi da utilizzare per recuperare i file da Windows senza accedere all’account si chiamano boot, costano qualche decina di euro e si utilizzano tramite CD o USB. Il più noto è KON-BOOT, la cui efficacia KON BOOTè sicuramente molto alta ma il suo utilizzo non è alla portata di tutti. Per recuperare invece le password interne esistono applicazioni specifiche a seconda del file da riportare alla luce. Per documenti Office si trova Advance Office Password Recovery mentre per i PDF c’è Advance PDF Password Recovery. Avanced Archive Password Recovery è utile per fila nell’archivio quali Zip o Rar. Tutti questi programmi sono a pagamento, intuitivi nell’utilizzo e sempre efficaci nel loro ambito di lavoro.

Controlla anche

Come decriptare un file

Decriptare file di tipologia differente

Può capitare a tutti di creare dei file protetti e poi dimenticarsi la password, oppure …